50 sfumature di nero tra noir e passione

Quando un rapporto si trasforma in una relazione? Quando il bisogno dell’altro diventa più forte di un malessere che ci spinge a volte troppo oltre, fino a perdere l’oggetto del desiderio, anzi la persona desiderata. 50 sfumature di nero, distribuito da Universal Pictures, dal 9 febbraio al cinema, si apre mettendo al centro della scena Anastasia Steel, l’affascinante Dakota Johnson, protagonista di una nuova vita senza il “suo” Christian Grey, interpretato da Jamie Dornan.

50 sfumature di nero

Il film, che Moda e Style ha avuto occasione di vedere in anteprima l’8 febbraio, vede subito i due protagonisti al centro di una rinnovata relazione, che fa fatica a decollare, dove Anastasia sveste i panni della subordinata per calarsi in quelli di compagna, innamorata, ma anche dominatrice. Si perché è lei in tutta la durata del secondo capito delle “shades” a condurre il suo Christian da un rapporto “malato” e anche troppo violento a una relazione (quasi) normale, senza disdegnare qualche momento da 50 sfumature di grigio.

Questa pellicola è ricca di contrasti. Eros, tensione, ma anche leggerezza. In 50 sfumature di nero cambiano molto le dinamiche di questa coppia, che con non poca fatica da parte di entrambi, cerca di abbandonare le vecchie abitudini, per lasciare spazio a un rapporto più maturo, dove i sentimenti si fanno strada a discapito di un eros presente, ma non al centro della scena. Anche i due protagonisti mostrano molto di più di se stessi e si evolvono fino all’epilogo “happy”, che è da manuale per tutti i film carichi di sentimento.

Dakota Johnson interpreta Anastasia Steel

Anastasia Steel. Donna ferita, ma tenace, anche se preda di molti dubbi. In questo secondo capitolo sono due i personaggi di disturbo che rischiano di allontanarla da Christian: Leila Williams, ex subordinata di Christian, che rientra nella sua vita perseguitando Anastasia, fino quasi ad ucciderla, ed Elena Lincoln, interpretata dalla sensualissima sessantenne Kim Basinger. In particolare Elena, ex dominatrice e amante attempata di Christian, gelosa del rapporto e dell’influenza di Anastasia su Christian, che sembra davvero cambiato, cerca di convincere la ragazza del contrario, invitandola a interrompere la relazione.

Non c’è due senza tre. Dimenticavamo Jack Hyde (Eric Johnson), il bel capo di Anastasia, che si invaghisce di lei e cerca prima con innocenti avance e poi con vere e proprie molestie di sedurre la ragazza, non solo fallendo nel misero tentativo, ma rimediando un bel licenziamento (da parte di Grey) che porta Anastasia a prendere il suo posto… In questo frame del film Anastasia si cala nei panni di Una donna in carriera. Capirete perchè…

Scena del ballo 50 sfumature di nero

Punto forte di questa pellicola, oltre alle ambientazioni, tra cui l’inquietante stanza rossa, anche i costumi e la colonna sonora, etichetta Universal Music, caratterizzata da un lungo elenco di hit maker degli ultimi anni a partire da ZAYN – Taylor Swift, il cui singolo inedito I don’t wanna live forever (Fifty shades darker)” è tra i brani più programmati dalle radio e in vetta alle classifiche digitali. Oltre all’inedita collaborazione, nel disco troviamo anche Halsey, Tove Lo, John Legend, Nick Jonas e Nicki Minaj, Sia, Kygo, Corinne Baily Rae, Jose James, JP Cooper, The Avener, Frances e molti altri.

Da parte della redazione di Moda e Style un caloroso ringraziamento a Jessica GaibottiPromotion Manager, Intl. Division Universal Music Italia per averci invitato alla prima milanese di 50 sfumature di nero.