A Torino la terza edizione del Festival del Giornalismo Alimentare

Un approccio al cibo con incontri ed eventi mirati. Questo e molto altro coinvolge il Festival del Giornalismo Alimentare che si svolge dal 22 to the 24 febbraio a Torino presso il Centro Congressi “Torino Incontra” della Camera di commercio di Torino. L’evento, giunto alla terza edizione, si inserisce tra i primi appuntamenti dell’anno del cibo italiano nel mondo, proclamato da MIBAC and MIPAAF, e propone tre giorni di confronto su cibo e alimentazione, attraverso panel di approfondimento, eventi collaterali, laboratori ed educational sul territorio per una platea eterogenea di giornalisti, comunicatori, foodblogger, Companies, istituzioni, uffici stampa, scienziati, alimentaristi e influencer italiani e internazionali. Moda e Styleentranel calendario del Festival e vi anticipa alcuni eventi.
Partiamo con il primo giorno: the 22 February. Quali politiche alimentari per la prossima legislatura? It’ il primo tema che sarà affrontato dai principali enti e associazioni di categoria della filiera alimentare, che presenteranno le proprie aspettative e richieste da inserire ai vertici dell’agenda della prossima legislatura. Tra gli altri temi trattati durante la giornata, la Mafia nella ristorazione e distribuzione per capire come viene rappresentato sui media un problema di legalità e sicurezza alimentare, l’italian sounding e i trattati sul cibo. Nel pomeriggio ci sarà un momento di formazione e confronto tra le diverse anime della comunicazione alimentare, con il seminario su Freelance, foodblogger, brand journalist: ovvero imprevisti e probabilità nell’era dell’informazione 4.0 e i due panel sul Brand journalism e sul futuro dei free lance. Sempre nella giornata di giovedì si inserisce un’importante novità di questa terza edizione: il primo appuntamento Business to Business dedicato ad aziende e professionisti della comunicazione (iscrizioni: segreteria@festivalgiornalismoalimentare.it). In uno spazio riservato di Torino Incontra, alcuni Maestri del Gusto di Torino e Provincia, selezionati dalla Camera di commercio di Torino in collaborazione con Slow Food Italia, incontreranno le nuove professionalità della comunicazione: blogger, social media manager, influencer, che potranno promuoversi come consulenti. Altra grande novità saranno i laboratori pratici che si svolgeranno il 22 and 23 February (14,30-17), realizzati in collaborazione con il Laboratorio Chimico della Camera di commercio di Torino, l’Istituto Zooprofilattico di Piemonte Liguria e Valle d’Aosta e SMAT, Società Metropolitana Acque di Torino: i partecipanti si cimenteranno in assaggi guidati di acqua, analisi di laboratorio su campioni di cibo contaminati e una lezione pratica sull’etichettatura alimentare (iscrizioni: segreteria@festivalgiornalismoalimentare.it).

Sempre il 23 febbraio sarà affrontato il tema degli sprechi alimentari. Si discuterà anche di etichettatura per far chiarezza su un panorama legislativo estremamente variegato. Troverà spazio un confronto tra vegani e onnivori, in collaborazione con la rivista FunnyVegan, mentre momenti di approfondimento saranno dedicati al Novel food (tra costume, informazione sanitaria e cambiamenti climatici), al giornalismo investigativo (in collaborazione con il Premio Morrione), al rapporto tra le Aziende del food e la comunicazione nell’era del Web. Tra i panel conclusivi, quello sul cibo inteso come “veicolo di integrazione”, una riflessione che parte dalla grande cultura italiana della tavola, per raccontare i nuovi progetti di accoglienza alimentare attraverso la voce dei protagonisti.

Quest’anno anche CinemAmbiente aderisce al Festival, organizzando un’edizione speciale intitolata Una buona occasione al cinema e dedicata al tema dell’alimentazione e della sostenibilità ambientale. Appuntamento nelle serate di giovedì e sabato, starting at 18.30 circa presso il Cinema Centrale di Torino con ingresso gratuito. Per l’accoglienza di tutti i partecipanti, il Festival potrà contare sul supporto degli studenti della Scuola Alberghiera di Stresa e dell’Istituto Beccari di Torino. I pranzi durante i lavori presso Torino Incontra saranno offerti dall’Associazione gastronomica peruviana di Torino.

EVENTI OFF E PRESS TOUR
Dalla teoria alla pratica. Il programma è ricco e molto interessante.
The 22 February, starting at 19.30, Palazzo Birago (Via Carlo Alberto 16), sede istituzionale della Camera di commercio di Torino, ospiterà nelle sale auliche un aperitivo dedicato alle attività camerali per l’agroalimentare: da Maestri del Gusto alla selezione dei vini TorinoDOC, miscelati in cocktail originali in collaborazione con l’Enoteca regionale dei vini della provincia di Torino e Onav. Protagonista della serata il nuovo progetto #MaestriDigital, proposto nella prima edizione a 23 eccellenti Maestri del Gusto. To 20, Fiorfood di Coop ospiterà uno showcooking by title Come valorizzare il cibo italiano senza sprecarlo, in collaborazione con Aici, Associazione insegnanti di cucina italiana. Musica e animazione a cura dei programmi radiofonici Cocina Clandestina e Tasta la Notizia di Radio Grp e di Danilo Poggio, Direttore di Grp Tv.

The 23 February to 20, M**BUN in Via Rattazzi 4, invita a una serata tra degustazioni e scoperta della carne piemontese, materia prima fondamentale per gli hamburgher dello slow fast food piemontese, mentre presso Cookin’ Factory, in via Savonarola 2m, l’artista del gusto Claudia Fraschini svelerà i segreti della cucina vietnamita.
Saturday 24 sarà invece la giornata dedicata agli educational sul territorio con la collaborazione di Regione Piemonte, Regione Valle d’Aosta, Comune di Chieri e Camera di commercio di Torino.
La Valle d’Aosta, regione ospite, aprirà le proprie porte per un viaggio all’insegna di alcune delle più pregiate eccellenze enogastronomiche locali. La razza bovina piemontese sarà la portata principale a Carrù, in collaborazione con Coalvi, in un tour che terminerà con la visita alla Cantina Sociale di Clavesana. Dalla carne ai latticini nello stabilimento di produzione e nelle stalle sperimentali di Inalpi, con una degustazione guidata dei migliori prodotti dell’azienda piemontese.

Le eccellenze dei Maestri del Gusto saranno protagoniste in tre diversi itinerari: nel suggestivo borgo di Chieri in un percorso che, dopo il pranzo all’Ex Mattatoio, approderà al Martini Bar Academy di Casa Martini a Pessione; nell’affascinante quartiere San Donato di Torino, tra pane, grissini, carne cruda e gelato, con un intrigante assaggio finale di birra e cioccolato al birrificio artigianale La Piazza, e a Caluso presso l’Enoteca regionale dei vini della provincia di Torino, per finire con il pranzo da Eataly Lingotto.

Dopo le lezioni di caffè nell’elegante Diamond Costadoro, e di acqua, curiosando tra gli impianti di produzione e trattamento delle acque potabili Smat, lo chef Simone Salvini illustrerà le nuove tendenze della cucina vegetale presso il ristorante vegano Soul Kitchen. Tra cultura e sapore in un tour che si apre con la visita al magnifico castello di Costigliole d’Asti, prosegue con uno showcooking a opera dello Chef Massimiliano Careri presso l’Orangerie di ICIF e si conclude con l’assaggio dei vini tutelati dal Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato. Dopo la prima colazione presso l’innovativo polo gastronomico torinese di EDIT, si andrà invece alla scoperta del progetto di economia carceraria Freedhome, per poi consumare il pranzo “dietro alle sbarre” nella Casa Circondariale “Lorusso e Cutugno” di Torino in compagnia di “LiberaMensa”. Dopo un’aperispesa all’Angolo dei Sapori, finally, Cooking Factory, in collaborazione con Nikon, ospiterà un workshop di cucina e fotografia.