DAL FLUMINESE: CUCINA SARDA PER GRANDI INTENDITORI

flumi1Trovarsi in un paese in provincia di Milano, Rho, percorrere una stradina poco trafficata e imbattersi come d’incanto in un ristorante tipico. Leggiamo l’insegna: Dal Fluminese. Si tratta di un ristorante Sardo, a conduzione famigliare, molto elegante al suo interno, curato in ogni minimo particolare: restiamo molto colpiti dall’estrema cura ed eleganza con cui i tavoli sono apparecchiati, ma soprattutto dall’affresco che ritrae lavoratori sardi in costume tipico del luogo in un’esplosione di colori.
Veniamo accolti da una simpatica e cordiale padrona di casa che ci fornisce alcuni preziosi suggerimenti sulle pietanze da ordinare, rigorosamente preparate dalle abili mani dei cuochi. Prima di procedere con le ordinazioni, ci portiamo avanti con le bevande; nonostante la ricca carta dei vini, preferiamo optare per la rinomata birra sarda Ichnusa.
La fame si fa sentire, quindi procediamo con la scelta delle portate: due antipasti composti da Il tagliere dell’Isola e Formaggio arrosto al miele d’Arancia, I Culurrgiones Ogliastrini (e per favore non paragonateli a quelli venduti nei supermercati) e La Tagliata Del Gennargentu (crosta di carasau e pecorino). Primo commento: squisiti. Seconda considerazione: dopo gli antipasti non si riesce a godere la bontà del primo e del secondo perché è davvero tutto molto abbondante. Quindi il consiglio che vi diamo è di procedere a ordinare al massimo due portate, poi, per carità, se avete uno stomaco “molto capiente”, affidatevi anche ai menù speciali, che sono un’autentica esplosione di bontà e leccornie da non perdere assolutamente.
flumi2Un ristorante di classe, con un’attenzione alla cucina tipica, che ci ha lasciato davvero piacevolmente stupiti. Posti come questi non ne incontriamo spesso in città, specie in un paese piccolo in provincia di Milano come Rho, dove difficilmente si penserebbe di trascorrere una serata enogastronomica a 5 stelle.
Dal Fluminese tutto è preparato in casa: dal pane artigianale, agli antipasti caserecci, dalla pasta fresca ai secondi al camino, fino agli imperdibili (per noi lo è stato questa volta, ma non mancheremo di degustarli) dolci casalinghi.
Consigliamo vivamente questo ristorante a coloro che cercano la cucina di qualità, disposti a spendere qualcosa in più del solito, ma il tutto all’insegna della Buona cucina, l’eccellenza derivata dall’amore per le proprie origini e tradizioni.
E se vi chiedono chi vi ha fatto conoscere questo posto nominate pure Moda e Style, saremmo ben contenti di aver fatto un po’ di pubblicità a uno dei pochi, rari luoghi dove la tradizione è rispettata in ogni sua peculiarità.