Dal Fuori Salone 2017 Moda e Style al Brera Design District

These days Moda e Style sta visitando alcuni dei centri nevralgici del Fuori Salone. Proprio un paio di giorni fa ci siamo concentrati nella zona di Brera Design District alla scoperta delle nuove proposte l’edizione 2017 del Fuori salone di Milano.Siamo partiti da via Brera 2, precisamente da MAD Zone, nuovo concept store fondato da Tania Mazzoleni, dedicato alla scoperta dei talenti della moda, arte e design di tutto il mondo con un unico filo conduttore: ogni creazione deve custodire una storia autentica da raccontare, che ha scelto il tema Erotic Pop Design. The Contemporary Design of Love, coinvolgendo designer, stilisti e artisti che hanno interpretato i temi dell’amore e dell’erotismo creando un vero e proprio percorso sensoriale alla scoperta del legame tra design e passione.

Passeggiando per il quartiere di Brera abbiamo trovato moltissime esposizioni e installazioni lungo il nostro percorso che ci ha portati presso lo showroom di Missoni in via Solferino 9.
Missoni lancia la sua prima linea di carta da parati Wallcovering 01 con un installazione dal titolo Take it easy. Qui la carta da parati riprende l’immagine fotografica di un punto maglia scelto e usato esclusivamente per questa originale rappresentazione, drawn by Ottavio Missoni in 1969.

A’ installazione coinvolgente che porta tutti i visitatori nel profondo della maglia entrando in unUniverso Missonia scala ingrandita.
Spostandoci verso via Palermo, in uno dei tanti cortili milanesi, abbiamo potuto visionare la nuova collezione di scarpe e accessori del brand Melissa, marchio brasiliano, e l’installazione di Francesca Pasquali by title Aranhabolacoloridas, creata con ragnatori colorati di plastica su struttura metallica ideata per Melissa.

Panasonic Electronics Meets Crafts. Tre installazioni artistiche allestite con prodotti di design e la migliore tecnologia audio video Panasonic ci hanno fatto immergere nella sensibilità estetica e nella maestria artigianale dal carattere innovativo che contraddistinguono il marchio nipponico. Uno spazio diventato luogo atto a stimolare i cinque i sensi, in un percorso immersivo indimenticabile. Con l’occasione abbiamo visitato lo speciale allestimento di prodotti nati dalla collaborazione con i designer di Kioto GO ON”, come altoparlanti a vibrazione e lampade LED in tessuto, che interagiranno con un rivoluzionario tavolo a induzione. Di seguito, un progetto speciale sviluppato con Accademia di belle arti di Brera. Protagonista lo Space Player di Panasonic che ha dato vita e nuova luce alle opere d’arte degli studenti, per un’esperienza visiva creativa, dinamica e assolutamente originale.

Un’ultima tappa. Quella inaspettata, però a nostro parere la più magica.

Dirigendoci verso Corso Como poco dopo le 20 di sera abbiamo avuto il piacere di assistere ad uno spettacolo che ci ha riportate subito bambine. Ne avevamo sentito parlare, ma la curiosità ci ha spinto oltreCosì ci siamo fermate al numero civico 5 di Corso Como, dove è apparsa sulla facciata del palazzo una proiezione animata in 3D, ideata dall’architetto Gabriele Pardi, che dopo aver costruito insieme alla figlia Alice La Casa dei Sogni di Barbie nella cameretta della bambina, ha deciso di prepararle una sorpresa speciale trasformando la facciata del palazzo in una vera Casa di Barbie con un bellissimo messaggio finale: “Puoi essere tutto ciò che desideri“, che ci ha fatto emozionare e sognare.

Con il cuore ancora pieno di emozione, drafting Moda e Style e la vostra inviata speciale Simona Paradiso vi salutano e vi aspettano nei prossimi giorni con tante nuove notizie all’insegna della moda, del design e del lifestyle.