Ettore Bassi e Karima Ammar incantano Milano con The Bodyguard, Guardia del Corpo

Guardia del Corpo. Tutti conoscono la pellicola. L’amore impossibile tra una star internazionale e la sua guardia del corpo. Kevin Costner e la compianta Whitney Houston sono stati i protagonisti del lungometraggio. Karima Ammar ed Ettore Bassi li “sostituiscono” nella versione musical. Moda e Style ha avuto il piacere di presenziare all’anteprima per la stampa e vi racconterà tutto quello che c’è da sapere e amare di The Bodyguard, Guardia del Corpo, prodotto da Wizard Productions, in scena al Teatro Nazionale di Milano fino al 7 maggio.

The Bodyguard, Guardia del Corpo – credits Alessandro Pinna

Tralasciando almeno per il momento tutte le notizie relative allo spettacolo, arriviamo al punto. Perché andare a vedere questo musical. Per noi di Moda e Style vale sempre la stessa regola: ci ha fatto emozionare, attraverso un viaggio che ha alternato romanticismo a tensione. Fil rouge e elemento dominante e vincente di questo spettacolo l’impatto scenico dato dalle indiscusse doti  vocali della protagonista Karima, “figlia” del talent show Amici, che si è ampiamente lasciata alle spalle crescendo come artista e aprendo i concerti del tour italiano di Whitney Houston nel 2010. Non da meno, la collega, anzi la sorella di Karima-Whitney, Loredana Fadda, che interpreta nello spettacolo la sorella Nicky Marron.

Un musical a tutti gli effetti dove la musica e la voce di Karima sono gli assoluti protagonisti. Lo spettacolo si apre con l’energia di Queen Of The Night e prosegue con Saving All My Love, I Have Nothing, tra i brani del primo atto, e riprende con I’m Every Woman, I Will Always Love You e I Wanna Dance With Somebody che chiude lo show in un tripudio di danze.

The Bodyguard, Guardia del Corpo – credits Alessandro Pinna

Imperturbabile, misterioso e talvolta irritabile è Frank, interpretato da Ettore Bassi, che incarna perfettamente quello che fu il ruolo di Kevin Costner. Il suo personaggio si evolve nel corso dello spettacolo, fino a mostrare tutte le debolezze di un uomo innamorato, ma con un compito preciso: proteggere la sua “cliente”. Un compito che i più ben informati sapranno porterà a termine. Simpatica la parentesi canora di Bassi, che regala al pubblico una bizzarra e decisamente personale versione di I Will Always Love You, davanti a una Rachel divertita. Lo vedrete anche ballare, anche se sul palco c’è l’Attore.

The Bodyguard, Guardia del Corpo fa cantare, ballare, ridere ed emozionare. Quello che ci è piaciuto di questo spettacolo, nonostante sia per buona parte concentrato sulla figura della protagonista femminile, che interpreta con reale passione ed emozione i brani di una delle cantanti più amate al mondo, è la capacità di dare a ciascun attore un ruolo di vero protagonista, dove almeno una scena è solo loro. I nostri complimenti a Loredana Fadda, che ha saputo incantarci con la sua voce, soprattutto nella scena in cui si esibisce nel locale di “sfigati” come lo definisce Rachel-Karima. Divertente, tenero, ma anche di talento il piccolo Fletcher, interpretato da tre giovani attori: Killian Bellay, Luca Fabbri e Damian Samb.

Nota tecnica per gli spettatori:  lo spettacolo prevede la presenza alternata delle interpreti Karima Ammar e Helen Tesfazghi nel ruolo di Rachel Marron. Tale alternanza viene realizzata al fine di consentire l’ottimale messa in scena delle otto repliche settimanali e a garanzia del livello di qualità dell’intero spettacolo, come da prassi nelle migliori produzioni europee e mondiali.

Per seguire tutte le novità della prima stagione di The Bodyguard, Guardia del Corpo collegatevi e mettete un like alla pagina Facebook   dello spettacolo.