Ilaria, quando la passione per il make up diventa una professione

Inventarsi un lavoro, partendo da una passione sfrenata è possibile. Sopratutto quando questa passione fa rima con shopping e make up. Abbiamo incontrato Ilaria Previati, che ci ha aperto le porte del suo mondo, invitandoci a una serata da non perdere dove le protagoniste sarete solo voi.
Ilaria parlaci di te, chi sei e qual è la tua professione?
Ciao, sono Ilaria, ho 34 anni e da grande voglio fare la modella….no dai scherzi a parte, ora mi occupo di personal shopping di makeup (MPS), ma da ‘grande’, voglio fare la make up artist (MUA). Devo ancora capire quanto tempo ho prima di diventare ‘grande’…

In che senso, non sei già MUA?
Sì, solo che per ora non lo faccio come e quanto vorrei…. Visto che sono poco conosciuta, sia come MUA, sia come MPS, non riesco ad avere tutte le giornate occupate, tutte le settimane e tutti i mesi. Inoltre pensavo che avrei lavorato di più con le spose, invece mi chiamano di più i fotografi! Non che mi dispiaccia ma ovviamente un trucco sposa comporta un compenso maggiore e meno lavoro.

Quali sono le difficoltà nello svolgimento del tuo lavoro oggi?
Come MUA, la concorrenza. Ovviamente ci sono MUA molto più preparati di me, con più conoscenze di persone ‘giuste’ e più competenti. Per esempio, sanno fare le pieghe e le acconciature da sposa.

E tu?
Io no, mi arrangio perché i capelli sono un altro aspetto della bellezza che mi piace curare, vedi? (indica la chioma lunga fino a metà schiena). Quindi so fare qualche chignon, qualche raccolto, ma nulla di eccezionale. Da settembre però collaborerò con un parrucchiere con cui abbiamo previsto delle sessioni di training: io gli insegnerò a truccare e lui mi insegnerà ad “acconciare”.
Però ho fatto un corso da lash/brow designer (ciglia e sopracciglia, ndr).

Che cosa fa un lash/brow designer?
Fondamentalmente ci curiamo della bellezza di questa zona (indica l’occhio) tramite permanente e tinta delle ciglia, depilazione e riempimento delle sopracciglia. C’è chi fa anche l’extention delle ciglia, ma per ora non lo faccio.

Torniamo al discorso shopping…

Molti chiedono informazioni ma poi al momento fissare un appuntamento si tirano indietro. Non capiscono il valore del servizio: è vero che a fronte di certi acquisti vai a spendere di più (poco di più) che se comprassi da sola (perché usufruisci di certi sconti ma paghi anche il servizio della personal shopper, ndr) ma sono acquisti oculati, precisi, mirati sulle tue esigenze, anche di budget!

Quindi senza brutte sorprese?
Esatto! Inoltre, per lo shopping futuro, la cliente impara a scegliere in autonomia, sa dove, come e perché. Senza considerare le nozioni e le tecniche sul makeup da sapere, ma soprattutto che mi interfaccio con le commesse dei vari negozi senza forzare nessun tipo di acquisto se non quello più adatto alle mie clienti. Il bello di una MPS è che non conosce solo i prodotti di una certa casa o linea, ma ne conosce tanti ed è in grado di compararli e proporti il meglio a un prezzo vantaggioso.

Quindi, è come se, andando ad acquistare vestiti, si imparasse a farli da sé, dove comprare i tessuti e
gli accessori necessari per realizzarli, senza spendere troppo?
Precisamente. In più ti faccio anche capire cosa ti sta meglio e perché, e in quali occasioni è meglio un look rispetto a un altro.

Chi sono i tuoi clienti?
Come MUA, come ti accennavo, principalmente mi chiamano i fotografi o agenzie che organizzano eventi (tipo quello di Italian Fashion Bloggers del 25/26 giugno scorso, ndr). A volte lavoro nelle profumerie come MUA per grandi marchi. Come MPS ho iniziato con amiche di lunga data. Ma a dire il vero la primissima è stata una ragazza che è stata l’ispiratrice di tutto questo! E dire che non la conoscevo neanche…ci siamo incontrate su facebook sulla pagina di un paese vicino al nostro…ha visto che ero appassionata di makeup e mi ha chiesto di aiutarla con qualche lezione e dello shopping mirato. Da lì è nata l’idea di fare la personal shopping di makeup. Ma in realtà è una cosa che ho sempre fatto in passato, con le amiche
Adesso mi contattano donne di varie età, alcune partono da zero, che vogliono imparare a truccarsi e a riconoscere i prodotti di qualità. Ho fatto conoscere loro Madina, Mac, Essence, Kiko, Inglot, Sephora e i loro marchi in esclusiva: come vedi non solo marchi costosi, sarebbe troppo facile!
Ora ci vanno da sole e scelgono in autonomia.

Quali sono i prodotti migliori per un trucco perfetto?
Bisogna capire quale matita usare e per cosa; a parte la distinzione occhi/sopracciglia/labbra, fra quelle per occhi ci sono le molto morbide e le morbide. Non vanno bene per tutti gli usi!
Inoltre i pennelli: non riesco più (si fa per dire) ad usare gli sfumini delle palette, uso solo pennelli veri e propri. Non necessariamente da 20/30€, basta che abbiano la giusta forma e che siano abbastanza morbidi. Per esempio uso alcuni pennelli da 3 o 6€ che trovo da acqua e sapone!! Per alcune funzioni però, uso i Mac o altre marche non economiche.
E poi il mascara: meglio averne solo uno che però ti faccia delle belle ciglia, lunghe e volumizzate ma senza grumi che 3 mediocri. Su questo prodotto credo valga la pena spendere di più, non ne ho ancora trovati di economici ma performanti, mentre per altro ho trovato delle valide alternative non costose.

Quest’estate quale trucco consigli per un’occasione speciale?
D’estate, col caldo, consiglio di star leggeri…anche perché abbronzati siamo tutti più belli. Inoltre è difficile pensare a un trucco che stia bene davvero a tutte! Però se dovessi esprimere la mia preferenza…opterei per un color oro shimmer o perlato sulla palpebra mobile, che esalta l’abbronzatura, steso picchiettando, lasciando nudo il resto dell’occhio. Poi sottolineerei la rima delle ciglia con un bell’eyeliner nero e tanto mascara. Gloss o lipstick “nude” o quasi e un tocco di blush sulle guance. Sopracciglia super curate, ovviamente…

Ma i punti di maggiore importanza, quelli da valorizzare di più, quali sono?
(Ride) Forse si è già capito: per me ciglia lunghe e folte, sopracciglia curate fanno già un buon 40/50% del trucco.
Poi la pelle, curata e uniforme, ma illuminata e scurita nei punti giusti, le occhiaie e le imperfezioni coperte ad hoc, fanno un altro 40/50%. Il resto è secondario. Io per esempio non esco nemmeno a portare fuori il cane se non ho il correttore e le sopracciglia disegnate. E dire che sono già abbastanza folte!

Sarai a breve protagonista di una serata dove non ci sarai solo tu, ce ne vuoi parlare e invitare i nostri lettori?
Abbiamo ideato questo evento presso il Fiat Open Lounge perché pur trovandosi nel cuore di Milano (v. Tocqueville 3, zona Garibaldi) è all’aperto. Io e gli altri colleghi (di Moon Image Design, ndr) ci occuperemo di mani e di “trucco e parrucco”!!! Sarà molto bello perché il tutto avverrà mentre si chiacchiera, si sorseggia un drink e si gusta il fantastico buffet del Fiat. Inoltre siamo molto fieri degli sponsor della serata: Maybelline e Davines. Per usufruire dei servizi, basterà presentarsi a nome ‘LISTA BEAUTY’. Vi aspettiamo il 23 luglio dalle 18 fino alle 2!
Per maggiori info: http://www.facebook.com
/IlariaMakeupPersonalShopper?sk=events e info@moonimagedesign.it