Milano balla e si scatena con la febbre del sabato sera

La febbre è già scoppiata qualche mese fa, ma non si placa, è contagiosa e non accenna a diminuire. Abbiamo assistito allo spettacolo per ben due volte, “La Febbre del Sabato Sera” è un musical irriverente, coinvolgente, con un cast ricco di protagonisti e professionisti di prima categoria. In scena al Teatro Nazionale di Milano dallo scorso ottobre, il musical prodotto da Stage Italia e diretto da Carline Brouwer, Regista del musical e da Chiara Noschese (indimenticata e recente protagonista del musical “Mamma Mia”), Regista Associato e Regista Residente dello spettacolo, piace e non stanca!

Ogni personaggio, dal Tony Manero di Gabrio Gentilini alla Stefany Mangano di Marina Maniglio, da Laura Panzeri nel ruolo di Annette, fino al Disc Jockey interpretato magistralmente da Filippo Strocchi, è divertente, curioso, travolgente (è proprio il caso di dirlo) per l’interpretazione data, ma anche la professionalità nel recitare e ballare con estrema disinvoltura, quasi fossero i protagonisti in carne e ossa della storia narrata. Uno o più aggettivi per ciascuno di loro: Gabrio Gentilini, autoironico e sensuale; Marina Maniglio, attraente e magnetica; Laura Panzeri, tenera e ingenua, ed infine Filippo Strocchi, mattatore e un grande artista.

Quel che piace di questo musical, a cui speriamo di assistere anche una terza volta, è che non esistono personaggi e interpreti di serie A o serie B, ballerini più bravi o meno bravi. Tutti i ragazzi di questa produzione si sono rivelati un’autentica rivelazione.

Non vogliamo dimenticarci degli altri attori che rendono questo spettacolo favoloso: Lucianna De Falco (FloManero), Sebastiano Vinci (Frank Manerosr. / Fusco), Giacomo Buccheri (Frank Manero jr. / Jay), Massimiliano Pironti (Bobby C.), Luca Santamorena (Double J.), Giuseppe Verzicco (Joey) e Samuele Cavallo (Gus). Complimenti al cast de “La febbre del Sabato Sera”, per noi di Moda e Style è e lo ricorderemo come un Successo, che speriamo possa portare anche molta fortuna ai suoi protagonisti.