Moda e Style a Fa’ la cosa giusta! Vi raccontiamo il nostro tour

Anche quest’anno Moda e Style non poteva mancare all’edizione 2017 della Fiera Fa’ la cosa giusta!, che si è tenuta a Fieramilanocity dal 10 al 12 Marzo 2017. Vi segnaliamo ciò che più ci ha colpito per la stravaganza, l’originalità della creazione o ancora per la bontà e i fini solidali del progetto.

Equilibrium

Fa’ la cosa giusta!Una fiera diversa dalle altre per i presupposti da cui prende forma e si sviluppa di anno in anno: Consumo critico e stili di vita sostenibili. Il rispetto per l’ambiente, viaggi a impatto zero sulla natura, il riciclo di materiale al quale viene data una seconda vita, agricoltura biologica e creazione di cosmetici naturali che non contengono sostanze dannose per le pelle o chimicamente sintetizzate. L’appuntamento per Moda e Style si fa di volta in volta interessante e ricco di stimoli per le tante proposte offerte dagli espositori, un’esperienza fieristica da cui se ne esce arricchiti e motivati.

Un’occasione per chi si trova a un punto fermo della sua vita, lavorativamente parlando, per accendere la propria creatività attraverso gli impulsi che proprio questa manifestazione riesce a dare. Ve ne parliamo a passaggio effettuato, tanti di voi ci saranno stati e avranno tratto le loro conclusioni, noi vogliamo semplicemente rendervi partecipi di come l’abbiamo vissuta, pensando di farvi cosa gradita trasmettendovi le nostre emozioni e sensazioni, poiché amiamo condividerle con i nostri lettori.

Iniziamo con il trattare il settore dell’artigianato e degli accessori d’abbigliamento che appassiona noi donne da tempo immemore per il suo fascino e la capacità di soddisfare ogni nostro desiderio, anche quello legato al dettaglio o a una determinata particolarità. In questo campo vogliamo segnalarvi lo stand di Equilibrium di Valentina Mescrino creatrice di capi e accessori handmade unici e caratteristici. A tal proposito hanno catturato la nostra attenzione gli accessori/bijoux realizzati con i bozzoli dei bachi da seta, dalle tonalità pastello cariche, per una sferzata di allegria e di vitalità. La loro leggerezza rimanda proprio al tessuto sublime prodotto con operosità dai piccoli bachi, e la loro forma rimanda proprio al favo, dove la farfalla libera si libra nell’aria.

Cretattiva

Il legno è invece il protagonista e materia di lavoro di altri due artisti. Luca Tongiorgi con il suo laboratorio Cretattiva, sito a Sesto San Giovanni, Milano, ci regala il sogno dell’unione felice di due elementi naturali, il legno o la corteccia, con la terracotta da lui sapientemente lavorata. E’ stato affascinante seguire passo a passo i suoi discorsi, circa il procedimento attraverso cui crescono le sue opere. Ci troviamo dinnanzi all’oggestica per la casa e il giardino, lampade, portafoto e porta vasi e tante altre cose, ovviamente gli spazi dello stand non permettevano l’esposizione completa del suo operato. A pieno titolo, secondo il nostro parere, rientra tra coloro che rispondono pienamente allo spirito fieristico. I colori e gli impasti per assemblare le radici con la terracotta sono privi di sostanze tossiche per l’ambiente. Anche il trattamento anti tarlo viene effettuato in maniera semplice, senza l’introduzione di alcun principio chimico, ma con il riscaldamento dell’oggetto in appositi forni a microonde come quelli utilizzati nelle strutture alberghiere o nei grandi ristoranti. Uno studio e una scoperta volta a utilizzare gli strumenti moderni a favore della natura per non togliere nulla alla sua bellezza ma, piuttosto per preservarla davanti all’incedere del nemico tempo.

Passiamo ai quadri che abbelliscono le pareti delle nostre dimore, dandogli una luce nuova e che raccontano tanto di noi stessi perché così personali e soggettivi. Nei Villaggi Naif di Alessia Soligo (Schio, Vicenza) c’è tanto amore per la montagna e il legno utilizzato per la loro realizzazione ce lo descrive, un quadro tridimensionale che ci porta a camminare attraverso le montagne del Veneto, su per quei sentieri dove pace e serenità portano tutto a raccolta in un caldo abbraccio. Luoghi dove ci ritrova e non ci si perde mai!

Passiamo al food perché noi di Moda e Style non manchiamo mai di strizzare l’occhio alla buona tavola e alle eccellenze nostrane. Vi presentiamo l’Azienda Agricola Biologica Piccapane, nel cuore del Salento, che si caratterizza per l’esperienza nell’olivocoltura. Il patrimonio aziendale comprende, infatti, 2500 piante trentennali di olivo leccino, 3 ettari di uliveto secolare, varietà cellina e ogliarola (circa 100 piante), 1 ettaro di orzo e 3 ettari di cereali. L’azienda si fonda sul progetto di coltivazione naturale del terreno, uscendo dalle logiche di profitto, il traguardo più ambito della maggior parte delle attuali aziende agricole, che si concentrano sulla monocultura per raggiungerlo più facilmente. Qui ci troviamo davanti a cuochi, artigiani e agricoltori che decidono di vivere secondo i ritmi della natura, non accelerandoli per raggiungere velocemente propositi di guadagno, ma asservendosi ad essa, rispettando i suoi cicli e dedicandogli le proprie ore. Un rapporto che ha una parvenza iniziale di sacrificio, ma la cui ricompensa della terra lavorata con rispetto è più grande di quanto si possa immaginare. L’azienda Agricola Piccapane ha recuperato il valore della dieta mediterranea, quella che è da sempre considerata la più completa per il nostro organismo, atta a soddisfare ogni bisogno nutritivo e non solo… Atta a regalare piacere alle nostre papille gustative. Quindi, legumi, verdure e fichi secchi. Per i dolci, viene utilizzato il malto di riso, il succo di mela concentrato, il succo d’uva, la frutta secca. Tutte le ricette sono prive di ingredienti di origine animale. Le farine sono integrali di grano Cappelli e farro e la pasta è trafilata al bronzo.

Cotti in fragranza

Sbarchiamo ora nella bella Sicilia, dove Cotti in fragranza ci ha accolte con i suoi numerosi e variegati biscotti. Cotti in fragranza è un laboratorio per la preparazione di prodotti da forno, gestito dalla neo-costituita cooperativa sociale Rigenerazioni Onlus, ha come obiettivo la preparazione di percorsi di apprendimento finalizzati alla realizzazione di un’impresa sociale, basata su un etica della responsabilità e sul recupero di giovani carcerati, un impegno civile, un lavoro onesto e solido. Il progetto è promosso e sostenuto ampiamente dall’Istituto Penale per i Minorenni di Palermo, Opera Don Calabria, Associazione Nazionale Magistrati e Fondazione San Zeno. L’essenza del progetto è buona così come buoni sono i biscotti che vengono prodotti in un locale all’interno del complesso Malaspina, attrezzato con tutti gli appositi macchinari.

Ringraziamo Elena Acerbi e tutto il team dell’ufficio stampa di Fa’ la cosa giusta! per il pomeriggio istruttivo che Moda e Style ha potuto vivere, la possibilità di descriverlo a voi vale comunque e almeno il doppio… Senza i nostri lettori chi saremmo? Poco o niente! Grazie ancora per averci seguite e alla prossima.