Raiuno apre il 2018 con Roberto BolleDanza con me

Moda e Style è lieta di parlarvi di Robero BolleDanza con me, il mega spettacolo che aprirà il palinsesto serale della nuova stagione di programmazione televisiva di Raiuno. Quale modo migliore di iniziare il 2018, se non con una notizia tra arte e cultura?

Dopo il successo dello scorso anno con il suo primo acclamato show Roberto Bolle – La mia danza libera, il grande artista italiano della danza ci ha provato gusto e ha voluto rimettersi in gioco entrando per la seconda volta a contatto con l’ambiente televisivo, aprendo la stagione 2018 di Raiuno, proprio il 1° Gennaio, to 21,25.

Roberto Bolle, incontrato in occasione della conferenza stampa di presentazione dello show, scherzando ha ammesso di voler rinunciare a togliere la poltrona di presentatore all’ormai celebre Carlo Conti, consacrato dopo la conduzione di tre Festival di Sanremo, dove peraltro Roberto ha partecipato in veste di ospite eccezionale danzando sulle note rock di We Will Rock You. Tranquilli: Roberto ci ha fatto ben capire che il primo amore non si scorda mai, ma è giovane ed è quindi normale che non manchi la voglia di sperimentare.

Non solo il suo bel volto da eterno fanciullo è in grado di bucare lo schermo, ma anche i fluidi e coinvolgenti movimenti che la sua disciplina gli ha insegnato, Dance! E un’arte che ci può sembrare così lontana, perchè non rientra tra ciò che di consueto seguiamo, ed è per questo che Roberto la conduce a noi, al numeroso pubblico televisivo perchè possa parlare il nostro stesso linguaggio. Non per questo quest’arte fatta di sudore, sacrifici e anni di studio, perde qualcosa anzi, questo canale di grande ascolto diventa un mezzo atrraverso il quale aggregare nuovi seguaci ed estimatori, perchè rimanga viva sotto uno sguardo amico, senza la diffidenza che di solito si svela dinnanzi a qualcosa di nuovo.

Roberto Bolle – Danza con me è stato prodotto in collaborazione con la Ballandi Multimedia e Roberto non è solo solamente il protagonista dello show, ma anche Direttore Artistico. Per la prima volta una produzione italiana si avvale del grande artista di fama internazionale Michael Cotten, il cui splendido lavoro si colloca all’interno dei più prestigiosi eventi live e tv americani, dal Superbowl alle cerimonie olimpiche, oltre a esser stato il set designer voluto da Michael Jackson per i suoi ultimi tour.

Roberto Bolle sarà accompagnato in questa avventura da importanti nomi della danza internazionale, come Polina Semionova, Melissa Hamilton e l’étoile di Parigi Léonore Baulac. Anche i talenti di casa trovano quest’anno tanto spazio in scena, come i primi ballerini del Teatro alla Scala di Milano, Nicoletta Manni and Claudio Coviello, but also Timofej Andrijashenko e ancora Nicola Del Freo, Gioacchino Starace, Marco Agostino, Christian Fagetti, Matteo Gavazzi, Andreas Lochmann, Fabio Saglibene, Mattia Semperboni and Vittoria Valerio. Roberto ha voluto sul palco anche le giovanissime allieve dellAccademia della Scala, dove lui ha mosso i suoi primi passi e per le quali si è prodigato in tanti meritati complimenti.

Uno spazio prezioso è stato riservato, all’interno dell’evento, to Ahmad Joudah, ballerino siriano che, nonostante gli ostacoli posti nell’inseguimento della sua passione dalla famiglia e le minacce dell’Isis, ha mostrato con coraggio quanto valga la danza per lui, strumento di salvezza che dà uno schiaffo a un destino crudele e segnato e che ha permesso la conquista di un’identità personale, una storia carica di pathos e un esempio sicuramente da seguire per le nuove generazioni che tanto spesso si perdono in cose effimere.

E se ci risulta difficile comprendere quanto la danza possa avvicinarsi a noi, a rendere quest’incontro più facile ci saranno altri grandi protagonisti che hanno fatto della loro arte, il loro mestiere. Roberto Bolle ha scelto personalmente i personaggi del mondo dello spettacolo, che si muoveranno all’interno di questo show, alternando momenti di comicità ed emozione. Tutti si sono recati a quest’appuntamento in nome dell’amicizia e del rispetto che hanno per questo immenso artista e ciò che è in grado di esprimere attraverso il movimento del suo corpo che sembra sospeso tra cielo e terra. Saliranno sul palco: Marco D’amore, Miriam Leone, Virginia Raffaele, Pierfrancesco Diliberto, Geppi Cucciari, Lil Buck, Fabri Fibra, Tiziano Ferro and Sting che accompagnerà sulle note di Inshallah the performance of Ahmad per conferire ancora più importanza alla sua storia, perché possa essere valorizzata attraverso la musica e scritta dai suoi passi.

Sicuramente ci sarà modo di vedere Roberto Bolle cimentarsi anche in un repertorio di danza diverso dal suo, con la stessa volontà di far bene laddove il suo trascorso non l’aiuta, ma la sua voglia di rischiare, provarci e la sua professionalità l’accompagneranno in performance dal risultato impeccabile. Parlare di Roberto Bolle come di un artista della danza è ormai riduttivo, parliamo di un maestro di vita che attraverso i suoi viaggi che l’hanno portato a calcare i palchi teatrali più prestigiosi ha arricchito il suo bagaglio professionale con tanta umiltà e umanità.

Moda e Style ha trovato Roberto Bolle come il ragazzo della porta accanto, a cui poter chiedere una mano sempre, in qualsiasi circostanza, quello che lascia che il sia il pubblico a decretare il suo successo, che non è capace di elevarsi sulla massa, diventando oratore di sé stesso, perché persona semplice. Un ragazzo capace di arrossire e non nascondere le proprie emozioni e renderle libere com’è slegato da ogni cosa il suo corpo quando volteggia e incanta.
La danza non poteva trovare interprete più adeguato e più vicino al cuore di tutti noi!

Moda e Style vi saluta, tra parole hanno preso a danzare dolcemente ed energicamente e vi augura un felice anno nuovo!