Raul Cremona presenta il Festival della Magia e promette ancora sorprese

Danza e poi magia. Ancora una notizia dedicata all’arte e questa volta il protagonista è Il Festival della Magia, giunto alla sua terza edizione. Il 2018 per i lettori di Moda e Style sarà ricco di sorprese come questo show, presentato come di consueto dal suo ideatore, Raul Cremona. Lo spettacolo si svolge dal 2 al 7 Gennaio 2018 presso il celebre palco del Teatro Manzoni di Milano.
Sorprese, ancora e dichiarazioni d’amore eterno da parte di Raul Cremona, parlando in occasione della recente conferenza stampa di questa nuova edizione del Festival della Magia. L’artista si è infatti mostrato ironicamente intenzionato a non abbandonare questo mega spettacolo per i prossimi 40 anni, o finché la maturità glielo consentirà!
Alessandro Arnone, Direttore del Teatro Manzoni è stato avvisato: è risaputo che la comicità aiuta a mantenersi giovani, chi possiede una vena ironica e sa guardare alla vita col sorriso, sopratutto nei momenti più bui, cogliendone sempre il lato migliore, ha trovato un elisir che mantiene anima e spirito vivaci e in fermento per lungo tempo.

Moda e Style, da sempre affezionata spettatrice di questo show, si augura che il Festival della Magia possa tornare e ritornare nel palinsesto del Manzoni, portando sorrisi, stupore, meraviglia, dando sempre un’anima, un corpo alla magia, una disciplina antica che non deve morire, bensì perdurare attraverso i secoli, grazie a nuovi grandi maghi, prestigiatori, illusionisti.

Raul Cremona © Efrem Raimondi

L’EDIZIONE 2018 è intitolata Funny Magic poiché la principale protagonista è la magia comica, prima novità del nuovo magico Festival. Inoltre Raul Cremona, non sarà solo il presentatore dello show perchè riproporrà alcuni dei suoi storici e esilaranti personaggi, sarà affiancato nuovamente da Felipe che darà adito a divertenti siparietti.

Come per le precedenti edizioni, grandi sono i nomi dei maghi che si esibiranno, in un incredibile scaletta. Dalla Francia ecco Norbert Ferré, che vanta il titolo di Campione del Mondo della Magia, edizione 2003.
I suoi numeri combinano manipolazioni e umorismo verbale e possono essere interpretati in 8 lingue diverse.

Ernesto Planas arriva dalla splendida Cuba, è stato il primo mago cubano a vincere un Grand Prix Internazionale. Il suo pezzo forte è la performance con gli ombrelli, unico al mondo e dal trascinante e coinvolgente impatto visivo.

I Disguido sono farina del nostro sacco, perchè provengono dal nostro bel Paese, anche il loro palmares è ricco di riconoscimenti. L’ultimo, il più recente è il terzo premio vinto nel Febbraio 2017, in occasione dei Campionati Europei di Magia. Danno una voce importante alla Chapeaugrafie, l’arte di manipolare quello che può sembrare un banale cerchio di feltro con un buco al centro; dal quale scaturiscono poi strabilianti cappelli per una serie infinita di personaggi.

Ancora la Francia con Jordan Gomez manipolatore creativo. La sua affascinante esibizione è apparsa sulle principali emittenti di mezzi di comunicazione di massa. A soli 17 anni si è classificato tra i migliori cinque manipolatori al Campionato Mondiale di Magia a Pechino. Insomma un mago che gioca sempre una carta più che vincente.

Infine, dalla Spagna Miguel Munoz, non solo un mago perchè la magia si mescola con altre arti conseguite attraverso studi circensi e di teatro. Uno dei suoi numeri più celebri, rappresentato in tutto il mondo, è Acqua, un mix di giocoleria di contatto, magia e teatro fisico. Un’esibizione accattivante, che entrerà sicuramente in empatia con il pubblico presente in sala.

PERCHE’ VEDERE IL FESTIVAL DELLA MAGIAVi garantiamo che rispetto al contesto televisivo, assistere dal vivo a uno show di questo tipo è tutta un’altra magia. Nulla possono fare i potenti mezzi di comunicazione contro il palcoscenico teatrale, dove la bravura degli artisti irrompe grazie a una scenografia che non è solo di contorno al numero stesso. Ma vogliamo mettere guardare da vicino un mago, il suo volto concentrato, le sue mani che giocano con maestria con gli oggetti, come se fosse una dote innata appartenuta a più vite precedenti? L’applauso in sala non potrà che scrosciare spontaneo e commosso!

Il Festival della Magia è prima di tutto un’emozione da vivere per essere poi raccontata. Alla prossima news di Moda e Style e ancora Felice Anno Nuovo!