Torna MI GAMES nel segno dell’amicizia e della solidarietà

Anche noi di Moda e Style siamo rimaste entusiaste di MI GAMES, la manifestazione multi-sport quasi pronta a sbarcare nelle piazze delle maggiori città italiane. This Year, oltre alla consolidata collaborazione con le città di Milano e Santa Margherita Ligure, l’evento sportivo conquista anche le bellissime e affascinanti città di Genoa and Turin.

Nella foto a destra Marco Materazzi

Nella foto a destra Marco Materazzi

In occasione della conferenza stampa di presentazione, Moda e Style è stata accolta all’interno di Space23, negozio dove palpita la passione sfrenata per lo sport, a cui ha presenziato uno dei padroni di casa: Marco Materazzi, ex difensore dell’Inter e, scusate se poco, Campione del Mondo e protagonista in quell’Italia che ci ha fatto sognare vincendo il trofeo più ambito dai calciatori e il torneo più prestigioso, i Mondiali 2006.

Marco ha perfettamente introdotto gli intenti basilari della manifestazione, ovvero portare nelle piazze lo sport per renderlo più vicino alle persone e dare a loro l’opportunità di sentirsi anche solo per un giorno dei campioni, nonchè poter aiutare anche con un piccolo contributo chi è meno fortunato di noi. Lo sport torna in quella cornice che lui ama tanto, nei cortili e per le strade quando allora, bastava poco per divertirsi con gli amici, quattro calci ad un pallone, ancora non c’era la tecnologia a tenerci incollati sul divano per renderci suoi schiavi.

MI GAMES edizione 2015

MI GAMES edizione 2015

MI GAMES è un vero e propriocarrozzone itinerante”, le cui tappe sono frutto di sforzi compiuti da giovani organizzatori che credono fermamente nella loro missione. Il progetto è nato in modo quasi causale e inconsueto nel gennaio del 2014 dalla giovane mente del suo ideatore Davide Ardizzone that, leggendo un quotidiano, apprese che ci sarebbe stata la possibilità di organizzare in una sede adatta dei tornei sportivi, il ragazzo decise quindi, di mettersi in gioco in prima persona e di testare sul campo pratico le proprie capacità organizzative e da lì fu il principio.

In partenza il torneo si svolse in un’unica tappa, dando l’opportunità agli amanti dello sport di scegliere tra diverse discipline quali il basket 3vs3, il calcio 5vs5, il beach volley 4vs4 e la gabbia 2vs2. Grazie al successo riscosso, Davide decise di ampliare il progetto in modo da coinvolgere un numero maggiore di città e di cittadini al loro interno. Un modo per vivere il contesto urbano in una nuova accezione di rispetto per l’ambiente e per le persone che ci circondano all’insegna dello sport e del divertimento.

MI GAMES 3v3

MI GAMES 3v3

Degna di nota l’edizione dell’anno scorso, dove sono state introdotte importanti novità, come il camp per i bambini, il calcio integrato, il calcio femminile, la pallanuoto, il sit volley e l’atletica (40 mt.).

Nella terza edizione, quella di quest’anno, oltre alle due nuove località Genova e Torino, la storica Milano presenta delle novità, prima fra tutte lo spostamento della location nella suggestiva e ampia Piazza Città di Lombardia, all’ombra del Palazzo della Regione, nonché la creazione di un villaggio sportivo per tutta la durata dell’evento.

Il Tour avrà inizio a Milano il 23 Maggio e si concluderà espatriando in Rwanda il 25 September, dove la prima edizione di MI GAMES ha permesso a circa 250 ragazzi di trascorrere tre giorni di sport, vivendo un’esperienza unica e indimenticabile, in un luogo dove i terreni di svolgimento dei giochi erano spesso di terra rossa e battuta. Ma questo non ha di certo frenato l’entusiasmo dei partecipanti. Terra in cui noi italiani abbiamo sicuramente lasciato un segno indelebile attraverso la persona di Dennis Treu, President of’Associazione Onlus Okapia that, in collaborazione con gli Istituti scolastici, ha distribuito materiale scolastico a tutti i partecipanti, premiando i vincitori delle varie discipline con 39 borse di studio erogate direttamente dalle scuole di appartenenza.

Foto di gruppo MI GAMES 2016

Foto di gruppo MI GAMES 2016

Rimanendo nel tema che ci sta più a cuore, ovvero quello della solidarietà, us Moda e Style siamo rimaste profondamente colpite dall’umiltà dell’ex calciatore dell’Inter Ivan Ramiro Cordoba, President of’Associazione Italia Por Colombia, che non ha mai abbandonato i suoi connazionali, soprattutto i bambini, raccogliendo, attraverso manifestazioni di questo tipo, fondi da inviare al suo Paese natio, destinati a sfamare i bimbi che mancano proprio degli elementi basilari per poter crescere e condurre una vita sana.

Pensare che bastano 0,60 centesimi di euro al giorno per poterli nutrire, ci ha fatto un certo effetto, importo che per noi rappresenta il nulla ma, che per loro è tutto. Come dare un volto alla speranza, attraverso un piccolo contributo! Ivan che da anni appoggia con entusiasmo questa manifestazione, che si sta ampliando in maniera notevole, si augura di poterla portare in Colombia! Siamo convinte che manca poco alla realizzazione di questo suo sogno, dato che MI GAMES in 3 anni ha fatto passi da gigante. Sogno che è diventato anche il nostro. Come si fa a non abbracciarne la causa!

Antonio Rossi

Antonio Rossi

Hanno partecipato e preso parola anche il noto campione di canottaggio Antonio Rossi, Assessore allo Sport e Politiche per i Giovani (Lombardy Region), felice che Milano abbia patrocinato un’iniziativa di tale importanza, in un’ottica più ampia e di promozione dello sport come un’attività che chiunque può fare e ovunque e finalizzata a portare la pratica motoria nelle scuole, negli oratori e laddove i giovani ne siano fortemente interessati e motivati. Fausto Maifredi, Presidente FIP 3VS3 che ha avuto il piacere di veder nascere i MI GAMES e che come Responsabile FIP del settore 3vs3 di basket italiano si augura, anche grazie a manifestazioni di questa caratura, che questo sport possa venir presto riconosciuto come disciplina olimpica infine la femminuccia Margareta Kozuch, Pallavolista A1-VB Casalmaggiore che è stata orgogliosa di presenziare alla conferenza stampa di promozione della nuova edizione del torneo dando voce alle donne che stanno sempre più affermandosi nel mondo dello sport anche quelle non più in giovane età. Sì perché lo sport deve cullare nel suo caldo abbraccio tutti, senza distinzioni.

Anche se i giochi non sono ancora iniziati non perdete l’occasione di iscrivervi. Regalatevi del divertimento, chi ha bisogno del vostro aiuto vi regalerà senz’altro un sorriso.