Gianni De Benedettis alla prima edizione di Milano Jewelry Week

by Monica Renna


Il designer, fondatore di futuroRemoto, è tra i protagonisti della prima week milanese dedicata ai gioielli, con l’istituzione del Premio futuroRemoto Jewels e la mostra CARNIVOROUS alla Casa del Pane di Porta Venezia a Milano.

La nuova collezione di gioielli futuroRemoto SS20 che si ispira alle forme e ai volumi stravaganti della natura e delle piante carnivore: magiche modalità di nutrizione e voracità silenziosa, nonché elaborazioni fantastiche dell’immaginario collettivo, motivi ispiratori della collezione.

Futuro Remoto Evento MJW

I pezzi della collezione CARNIVOROUS

In argento e oro, la collezione Carnivourus è disegnata in 3D e realizzata con la tecnica di microfusione, per una lavorazione precisa di elementi articolati e complessi che meglio si prestano a riprodurre la sinuosità avvolgente delle piante.

La varietà cromatica si ottiene dall’utilizzo di pietre preziose come smeraldi, rubini e diamanti, con un touch new liberty di ultima generazione.

L’estro di Gianni De Benedittis si ripropone, ancora una volta attraverso piccole sculture, forse un po’ visionarie ma alquanto rappresentative della nostra contemporaneità, di esprimere uno stato mentale tendente a fagocitare tutto con la massima velocità.

In mostra alla Casa del Pane anche la capsule collection BACTERIUM

presentata in anteprima all’ultima edizione di Milano Moda Donna, insieme alla collezione Primavera/Estate Atlantis, di Tiziano Guardini.

I mutamenti climatici sono diventati lo sfondo della nostra vita quotidiana: sono cambiate di conseguenza le rappresentazioni del mondo come le icone dell’eleganza.

Gianni De Benedittis traduce quest’esigenza di bellezza rinnovata, consapevole e vitale, ispirandosi al caso del batterio mangia-plastica Ideonella Sakaiensis 201-F6, le cui forme si riflettono nei gioielli della collezione BACTERIUM Spring Summer 2020.

Con la collezione BACTERIUM l’alta gioielleria incontra etica ed estetica. Piccole sfere di argento, realizzate in microfusione, sono impreziosite grazie a un bagno d’oro e all’impiego di smalti colorati. Si agglomerano, oppure gemmano, dando vita ad accattivanti peduncoli e bastoncelli, divenendo pendenti e orecchini, oppure anelli e bracciali.

Carnivorous SS2020 Futuro Remoto

Il premio

In occasione di questa tre giorni dedicata ai gioielli il 25 ottobre 2019 alle ore 18:00, si è tenuta a Palazzo Bovara in Corso Venezia, l’assegnazione del Premio futuroRemoto Jewels, istituito da Gianni de Benedittis e Artistar Jewels.

In questa occasione sono stati consegnati due riconoscimenti in denaro, accompagnati da un trofeo costituito da un regolo in oro, destinati a un artista di Artistar Jewels e a uno studente di una delle scuole partecipanti alla Milano Jewelry Week che si sono distinti per l’ottima padronanza nella tecnica orafa e l’attenzione alle esigenze e alle tendenze del sistema moda.


Alessandro De Benedittis Futuro Remoto Award


La giura del premio

Un team di giurati composto da Gianni De Benedittis, Simonetta Gianfelici, top model, fashion consultant e talent scout, Saturnino Celani, musicista e eyeswear designer, e un rappresentante della Camera Nazionale della Moda Italiana ha decretato la selezione dei vincitori.

Nello spazio di Porta Venezia si possono ammirare le sculture in ferro di Alice Mocellin Einaudi: “Il mondo è appeso a un filo”, che ri-raccoglie la plastica violata, da noi estratta, e la stratifica in un sedimento umanoide di colore, e “Voracious”, opera creata per la collezione Carnivorous di Gianni De Benedittis.

Related Posts

Leave a Comment