Moda e Style vi presenta la mostra Memoria Viva 1939 – 1945 Cassino

by Monica Renna

Martedì 10 settembre 2019 : Giorno di inaugurazione della mostra interattiva sulla seconda guerra mondiale”Memoria Viva” 1939-1945 Cassino, presso il Museo Historiale di Cassino (FR) in via San Marco 23, la Redazione di Moda e Style ve la presenta.

“Memoria Viva” 1939-1945 Cassino è un’esposizione gratuita che rivolge, in particolare, la sua attenzione, al territorio di Cassino dilaniato dal bombardamento del 1943.

La mostra si avvale di tecnologie innovative, come la realtà aumentata, e di contenuti diretti e coinvolgenti, usa linguaggi diversi per accontentare tutto il pubblico che la visiterà.

“Memoria Viva” 1939-1945 Cassino è un evento organizzato da DBG Management & Consulting, e rientra nel bando “Atelier, Arte, Bellezza e Cultura“, una misura del Por-Fesr Lazio 2014-2020, che promuove attraverso un contributo a fondo perso, la valorizzazione di cinque luoghi storici della Regione Lazio.

Il percorso espositivo si snoda attraverso suggestioni visive e uditive, grazie a un ampio archivio di vecchie fotografie restaurate in formato digitale 3D; e l’ascolto dei fatti terribili dell’epoca raccontati da personaggi realmente esistiti.

Non solo personalità militari, ma anche gente comune che in quel 10 settembre di 76 anni fa, nonostante la firma dell’armistizio fosse ormai vicinissima, a conclusione di una tragedia dalle proporzioni immani, che lasciò profonde e sanguinose ferite, emorragie estese in ogni singola fibra dell’essere umano, videro piovere dal cielo numerose bombe che devastarono terre, case, persone, anime.

Cari lettori di Moda e Style, vi lasciamo alla mostra, per viverla personalmente, non senza aver dedicato qualche riga a una riflessione che sentiamo nascere spontaneamente; e che riteniamo doverosa, in memoria di chi ha sofferto e di chi non c’è più, e come lascito a voi che si seguite con affetto e dedizione.

Spesso Moda e Style si sofferma su argomenti “leggeri” per allietare la vostra lettura : speriamo di aiutarvi nella scelta di un regalo da fare agli altri, nell’accendere quell’idea che fa proprio al caso vostro, vi portiamo in luoghi dall’incredibile fascino, dove la natura è rimasta incontaminata, vi accompagniamo verso tavole dove potete gustare insieme a familiari e amici; buon cibo e sorseggiare preziose mescite di vino.

E ancora vi segnaliamo gli eventi più “in”, fiere dedicate alla gastronomia e alle eccellenze italiane, sondaggi “curiosi”, posti dove trascorrere week-end allegri e spensierati, trattamenti di “remise en forme” o atti ad esaltare ancora di più la vostra bellezza.

Il nostro senso civico ci ha indotte a parlarvi o meglio a scrivere quest’articolo per non dimenticare attraverso la mostra “Memoria Viva” 1939-1945 Cassino quanto dolore abbia portato la guerra.

La seconda guerra mondiale…Se fortunatamente non vi ha toccati, ma solo sfiorati, tramite i racconti dei vostri nonni, e di quegli occhi che a stento trattengono amare e cocenti lacrime, ha lasciato tra la cenere, che ha reso questo periodo uno dei più bui della storia dell’umanità; se si può chiamar tale, un messaggio che è quello della memoria, che deve restare viva : il ricordare è fondamentale.

Una memoria che dev’essere portatrice di coscienze sane, rinnovate, epurate dall’odio, dal senso di prevaricazione nel nome del nulla, dall’avidità, e da ogni istinto di onnipotenza e superiorità, a testimonianza di quanto sia pericoloso e distruttivo riaprire certe ferite, di quanto la guerra abbia il potere di distruggere i popoli, il mondo intero, e di farci dimenticare cosa sia “l’essere uomo”.

La guerra non si apre al futuro, trascina l’uomo a  uno stato bestiale, primordiale, dove hanno “la meglio” gli istinti, uccide la capacità di scegliere ciò che è bene, di valutazione e condivisione, il rispetto, la tolleranza, l’amore : Uccide il sentire, lo spirito.

Il conflitto vede trionfare, la pura follia, il possedere, il potere fittizio, facile perchè conquistato con l’uso della forza, idee fasulle, leggi ingiuste, che stanno in piedi non per l’unanime consenso, ma per il solo pensiero di un singolo,  sono maggiori le privazioni : il concetto “dell’essere uomo”, il lume della ragione, il dialogo, l’apertura mentale, basilari per la creazione di un futuro dove società civili possano progredire, aprire la finestra verso un domani che sarà sicuramente migliore di ieri, e di oggi.

E’ necessario non dimenticare, coltivare il concetto “dell’essere uomo”, ricordare che la guerra non porta solo distruzione fisica, materiale, ma sopratutto morale, annientando l’appartenenza alla nostra “specie”.

Moda e Style con questo spunto di riflessione vi lascia e vi aspetta alla prossima news!

Related Posts

Leave a Comment