Perché Sanremo è Sanremo, nonostante la pandemia

by B.E.

Perché Sanremo è Sanremo, anche con la pandemia. Il Festival della canzone italiana non si ferma. Anche senza pubblico, eventi e folclore si terrà dal 2 al 6 marzo. Mancheranno gli applausi, quelli veri, ma su Moda e Style la notizia sta al primo posto e noi ne parliamo, grazie a chi ci ha coinvolto per costruire questo articolo.

Non c’è Festival di Sanremo senza polemica. Se ne parlerà certamente, speriamo, soprattutto per la sua musica.

Sarà un Festival di Sanremo segnato dalle limitazioni della pandemia da Covid-19. Mancherà il pubblico in sala, ma non gli spettatori a casa. Nel bene o nel male ci sarà, ci auguriamo, spettacolo, arte e grande show da parte dei suoi protagonisti.

Moda e Style vuol vivere il Festival di Sanremo 2021 come un appuntamento che sa di normalità. Non vogliamo chiamare questa edizione speciale, ma vogliamo che peculiarità e novità arrivino dagli artisti in gara, dalla formula e programmazione dello spettacolo, dai siparietti a cui senz’altro assisteremo, e non dall’ingombrante quadro in cui il nostro Paese si trova sacrificato, costretto in una cornice non voluta.

Il Festival è condotto per il secondo anno consecutivo da Amadeus che ne è anche il direttore artistico, affiancato ancora dall’amico Fiorello. Presenze fisse per tutte le serate Achille Lauro e Zlatan Ibrahimović, e tra le co-conduttrici per una serata, Matilda De Angelis, Naomi Campbell ed Elodie, con una scaletta sempre in aggiornamento.

Amadeus e Fiorello

Come nell’edizione precedente la gara avrà due categorie principali: i Campioni composta da 26 Big della musica e le Nuove proposte composta da 8 cantanti (di cui 2 selezionati da Area Sanremo). Il vincitore della categoria Campioni rappresenterà l’Italia, salvo rinuncia, all’Eurovision Song Contest 2021 che si terrà a Rotterdam.

GLI ARTISTI.

Ermal Meta presenta il brano Un milione di cose da dirti (testo di Ermal Meta, musica di Ermal Meta e Roberto Cardelli), una canzone semplice, che parla d’amore, un’esperienza personale che può sicuramente essere ampliata a livello universale. Venerdì 12 marzo uscirà il nuovo album di inediti TRIBU’ URBANA disponibile in pre-order https://smi.Ink.to/TribuUrbana pubblicato su etichetta .mescal.com e distribuito da .sonymusic.it.
Ermal Meta

Ricordiamo il trionfo di Ermal Meta nel 2018 sul palco dell’Ariston in coppia con Fabrizio Moro con il brano Non mi avete fatto niente, e il podio conquistato l’anno prima con la canzone Vietato morire quando si è aggiudicato anche il Premio della Critica Mia Martini e il Premio per la migliore interpretazione della cover Amara Terra Mia.

Willie Peyote, rapper e cantautore torinese porterà il brano Mai dire mai (la locura). Approda al Festival di Sanremo dopo un anno ricco di soddisfazioni, che ha visto la firma con Virgin Records/ Universal Music Italia e la pubblicazione del suo ultimo disco Iodegradabile che si è posizionato nella Top5 dei dischi più venduti e ascoltati nel nostro Paese.
Willie Peyote – ph Chiara Mirelli

Già considerato tra gli artisti più interessanti e innovative della Indie italiana contemporanea, Peyote saprà sicuramente stupirci. Il suo nome d’arte unisce Wile E. Coyote con il peyote, pianta allucinogena dell’America Settentrionale.

Francesco Renga torna al Festival di Sanremo con il brano Quando trovo te, un ritorno a tutti gli effetti alla vocazione originaria: la musica. Il palco dell’Ariston rappresenta il luogo da cui ripartire, non solo personalmente, è un appuntamento importante per l’intero Paese, perché l’Italia possa correre veloce e vedere la fine del buio, così come le note corrono dallo spartito musicale agli strumenti, alla voce. E’ il momento di ricominciare a svolgere la propria professione, per concretizzare e rinnovare il primo amore.
FRANCESCO RENGA – ph Toni Thorimbert

Quando trovo te è stato scritto da Renga con Roberto Casalino e Dario Faini, un’indagine sul concetto dell’oblio salvifico, dimenticare per proteggersi, per via di una vita che ci condiziona alla fretta. Il brano racconta di quel ricordo prezioso che conserviamo in un cassetto del nostro cuore, che talvolta emerge con tutta la sua forza per svelarci quanto la realtà possa essere migliore di quella che erroneamente ci appare.

Il gruppo degli Extraliscio ci ha già sorpreso per la sua formazione nata dallo sperimentatore e polistrumentista Mirco Mariani, la star del liscio Moreno il Biondo, e la Voce di Romagna mia nel mondo, Mauro Ferrara. A Sanremo questa scoppientante combinata porta – Bianca Luce Nera – feat. Davide Toffolo – Tre Allegri Ragazzi Morti.
Extraliscio ft Davide Toffolo – ph Stefano Tommasi

Gli Extraliscio sono prodotti da Elisabetta Sgarbi con la sua http://www.bettywrong.comBetty Wrong Edizioni Musicali – motore inesauribile di arte e cultura, fondatrice de La nave di Teseo Editore e del Festival Internazionale La Milanesiana, Presidente dell’Ente Gestione Sacri Monti, con gli Extraliscio vuol lanciare questo genere musicale nel futuro, con l’incontro insolito di indimenticabili ballate e chitarre noise, elettronica, rock e pop. Il brano fa parte del doppio album di inediti E’ bello perdersi in uscita il 5 marzoBetty Wrong Edizioni Musicali/Sony Music.

Tanto atteso il ritorno di Arisa che partecipa con la canzone Potevi fare di più – Pipshow Srl, licenza esclusiva di Believe Digital Srl – scritta da Gigi D’Alessio, il brano si sofferma sul momento liberatorio che giunge alla fine di una relazione tossica; e mette in risalto la forza della donna e la sua presa di coscienza che si consuma in un basta; segnando un nuovo grande inizio con la conquista della serenità e dell’equilibrio vitale.
Arisa – ph Bogdan Plakov

Sarà la settima partecipazione di Arisa al Festival, l’artista si è già aggiudicata due vittorie, la prima nel 2019 con Sincerità come nuova proposta, la seconda dove è salita sul gradino più alto del podio dei Big con il brano Controvento nel 2015. Arisa può vantare l’esperienza di essere stata co-conduttrice della 65° edizione del Festival. Una donna, un’artista, dai mille volti e dalle mille esperienze, tenace, attiva, effervescente.

Ecco il parterre dei Big al suo completo: Francesca Michielin e Fedez, Fulminacci, Gaia, Bugo, Annalisa, Ghemon, Gio Evan, Irama, Lo Stato Sociale, Malika Ayane, Max Gazzè e la Trifluoperazina Monstery Band, Noemi, Orietta Berti,Random, Coma_Cose, Madame, Fasma, Maneskin, Aiello, La Rappresentante Di Lista, Colapesce e Dimartino. Tra le nuove proposte, avanti tutta a: Avincola, Davide Shorty, Dellai, Elena Faggi, Folcast, Gaudiano, Greta Zuccoli, Wrongonyou.

Moda e Style augura a chi lo seguirà buon Festival, a chi vi lavora, agli operatori, ai tecnici, agli artisti.

Related Posts

Leave a Comment