Tutto pronto per i Diversity Media Awards contro le discriminazioni

by Monica Renna

Avete mai sentito parlare dei Diversity Media Awards? Si tratta della terza edizione del charity show promosso da Diversity, l’associazione fondata e presieduta da Francesca Vecchioni, che realizza progetti e ricerche dedicati all’inclusione sui temi della discriminazione di genere, età, orientamento sessuale, disabilità, religione, condizioni socio-economiche ed etnia unendo istituzioni, atenei e osservatori media. L’evento che Moda e Style vi presenta oggi è supportato da testate e network televisivi italiani che trasmetteranno la serata in streaming per la prima volta a Rete Unificata (TRULive), sui propri canali web e social, dalle ore 20.30 il 23 maggio dal Teatro Vetra di Milano.

Tanti gli ospiti attesi dal mondo delle istituzioni, dell’economia, dello sport, dello spettacolo e della cultura, tra cui Paola Cortellesi, Immanuel Casto, Brunori Sas, Emilio Solfrizzi, Roberto Vecchioni, The Jackal, Andrea Delogu, Salvatore Esposito, Ghemon, Ubaldo Pantani, Stella Jean, Vladimir Luxuria, Bouchra, Riccardo Milani, Giulio Forges Davanzati, Filippo Carossino, Fabio Troiano, Annagaia Marchioro, Iconize, Loretta Grace, Martina Dell’Ombra, Gnambox, Shanti Lives, Cleo Toms, Pepitosa. La serata sarà condotta da Fabio Canino e Diana Del Bufalo con Guglielmo Scilla, in arte Willwoosh, come inviato speciale, che vedrà premiati i personaggi e i contenuti media scelti dal voto popolare online su www.diversitylab.it.

Fabio Canino

Alberto Angela, Salvatore Esposito, Michela Murgia, Virginia Raffaele e Roberto Saviano si contenderanno il titolo di Personaggio dell’anno. Saranno inoltre premiate le categorie Miglior Film, Miglior Serie TV Italiana, Miglior Serie TV Straniera, Miglior Programma TV, Miglior Programma Radio, Miglior Pubblicità, Influencer dell’anno e Premio Media Young assegnato dal pubblico under 25. Attribuiti inoltre tre riconoscimenti ai protagonisti dell’informazione: Miglior TG, Miglior Articolo Informazione, Miglior Articolo Costume.

Il claim dello show di quest’anno è This is me, dal titolo del brano tratto dalla colonna sonora del film The Greatest Showman, vero e proprio manifesto della diversità. Questo sono io, da intendersi come rivendicazione coraggiosa e orgogliosa della propria identità, qualunque essa sia.
La cena che accompagna la serata è a cura di 3 grandi chef stellati – Claudio Sadler, Antonio Guida, Giancarlo Morelli, a sostegno della associazione Le Soste.

In perfetto stile Diversity, le porte della serata sono aperte a tutti: è online la pagina web dedicata al progetto – http://www.diversitylab.it/dmatrulive/, dove è possibile registrarsi e ricevere le istruzioni per trasmettere il charity show. I nomi di chi aderirà a questa call to action sono elencati nella pagina e tutti riceveranno un badge di partecipazione con il pay off – This is me – che potrà essere inserito sui siti e nelle pagine web come simbolo di adesione al progetto.

La Trasmissione a Rete Unificata dei DMA è sostenuta, promossa e preceduta da un’attività di teasing che vede coinvolti i canali social di Diversity oltre a publisher, influencer, youtuber. Nel corso della serata di premiazione saranno prodotti contenuti ad hoc per rilanciare lo streaming stesso e per raccontare il mood dell’evento in live su tutti i canali social dei personaggi coinvolti. L’hashtag ufficiale è #DMA2018.

Francesca Vecchioni

Molti i brand sensibili alle tematiche dell’inclusione che sostengono il progetto partecipando all’iniziativa: Lierac, Google Italia, Eataly, Vodafone, American Express, Fico, Coop, Assocom, Dexter, EBay, Discovery, e come partner del settore media e comunicazione, Yam112003, che firma la produzione dell’evento, e Mongini Comunicazione.

Per chi fosse interessato ecco alcuni dei principali network televisivi e media italiani che trasmetteranno la serata in streaming sui propri canali web e social. corriere.it, repubblica.it, ilfattoquotidiano.it, ilmessaggero.it, iodonna.it, tustyle.it, gay.it, tvserial.it, ItaliaOnline, NanoPress, RAI, SKY TG24, Discovery, Smemoranda, American Express, Ambasciata del Canada, Lierac, DigitalGut, Assocom, Vodafone.
Chiunque può trasmettere l’evento partecipando alla condivisione (http://www.diversitylab.it/dmatrulive-how-to/) operazione voluta da Francesca Vecchioni e che rappresenta l’anima inclusiva e pop dei DMA.

Related Posts

Leave a Comment