Atelier.C Firenze: eccellenza di moda e design “made to order” 

by Stefania Lupi

Un laboratorio artigianale che dà vita a creazioni uniche, ricercate e di altissima qualità. Punto di partenza? La borsa. 

Prendete una interior designer e uno stilista. Unite le rispettive professionalità e idee, originali e alla ricerca di nuove sperimentazioni ed ecco il risultato: Atelier C Firenze, una realtà creativa nata nel 2015, da un fortuito incontro tra Alice Caporali e Marco Contiello.

Dopo una prima esperienza lavorativa insieme, Alice e Marco hanno deciso di unire le loro capacità artistiche per fondare un progetto nuovo, che li porta ad aprire uno spazio dove si realizza una fusione di stili attraverso un’eleganza senza tempo con tocchi di modernità. Obiettivo finale: soddisfare i desideri del cliente, far sì che si senta in sintonia con sé stesso e possa ritrovarsi come a casa. In pratica, l’atelier è un luogo dove vivere un’esperienza unica nel mondo delle creazioni su misura. 

Dall’idea al prodotto finale

Qui il cliente può vivere il processo creativo nella sua interezza: dalla fase progettuale, dove il team inizia a far prendere vita al sogno tramite il primo bozzetto, fino alla realizzazione del prodotto su misura o in serie limitata grazie alle mani esperte di artigiani professionisti, passando attraverso la scelta attenta dei materiali, la prova e l’aggiunta del dettaglio esclusivo per rendere ancora più unica ogni creazione.

L’idea può nascere da un’ispirazione improvvisa, essere ricercata per soddisfare le esigenze e le richieste, oppure arrivare proprio dal cliente, che porta il suo sogno in boutique affidandosi alla sensibilità creativa di Marco e Alice ed alla maestria dei loro artigiani. 

La borsa: l’oggetto cult

Punto d’incontro e di partenza del progetto è la borsa, oggetto cult, di cui entrambi sono appassionati, nella quale riuscire a fondere la loro idea di moda e design.  Alice e Marco disegnano insieme ogni borsa, i cui volumi essenziali si combinano con finiture di pregio. La metalleria è realizzata in bronzo fuso a cera persa, tecnica tramandata dall’alta tradizione orafa, da maestri artigiani, ai quali è affidata anche la lavorazione di pietre dure e smalti sofisticati per creare manici, borchie e tira lampo preziosi come gioielli. 

ZEA: gioiello “prêt à porter”

Nata dal desiderio di dar vita a un design e uno stile contemporanei, Zea racchiude la massima espressione dell’artigianalità dell’atelier.  “Punto di forza ed elemento distintivo della borsa è il manico in bronzo interamente fatto a mano, realizzato in bronzo fuso a cera persa, tecnica mutuata dall’alta tradizione orafa, da maestri artigiani, ai quali è affidata anche la lavorazione di pietre dure e smalti sofisticati per creare manici, borchie e tira lampo preziosi come gioielli” afferma Alice Caporali. “A completare la borsa, che ricorda un’opera d’arte, sono i volumi essenziali che si combinano perfettamente con finiture di pregio” conclude Marco Contiello.

Zea prende vita dalla volontà di rappresentare un vero gioiello da poter indossare ogni giorno, grazie anche alla dimensione (20x14x2) che le permette di adattarsi a tutte le occasioni. La morbidezza del pellame contrasta con la rigidità del manico scultura in bronzo, giocando sulla sensorialità di un prodotto interamente artigianale e 100% italiano    

Come tutte le creazioni di Atelier.C Firenze, Zea è personalizzabile con infinite combinazioni di tessuti e colori: è possibile abbinare la pelle di coccodrillo o un pregiato velluto alle pietre preziose incastonate nel manico gioiello, anche quest’ultime scelte personalmente dal cliente per colore e dimensione. Un’aggiunta di una sottile tracolla la rende perfetta per il pomeriggio, donando un tocco di eleganza ad ogni giornata. Oppure, se portata a mano diventa una pochette di lusso da sfoggiare in occasioni speciali.

Related Posts

Leave a Comment