Piero Pelù torna dopo Sanremo con l’album Pugili Fragili

by B.E.

Moda e Style torna a parlare di Piero Pelù e del suo ultimo lavoro discografico Pugili Fragili.

Distribuito da Sony Legacy, arrangiato e prodotto da Pelù e Luca Chiaravalli, l’album arriva in un periodo dove la musica può far molto. Oggi su Moda e Style abbiamo scelto di dare spazio alla musica, le cui note spesso aiutano a trovare svago.

Pugili Fragili Cover Album – Sony Legacy

Pugili Fragili è il ventesimo album di studio dell’artista, fra quelli pubblicati con i Litfiba e quelli da solista. Nasce grazie alle collaborazioni con Greta Thunberg, Francesco Sarcina delle Vibrazioni, Andrea Appino degli Zen Circus, Luca Chiaravalli, Davide Simonetta, e si compone di 9 inediti. Chiude questo lavoro discografico la cover di Cuore Matto.

Piero Pelù piace molto, non solo alla redazione di Moda e Style, per la sua schiettezza garbata, nonché l’incontenibile energia con cui cavalca quella spumeggiante, un po’ irriverente onda rock sempre in crescita. Piace per la sua forza comunicativa, i messaggi espliciti delle sue canzoni in grado di smuovere tutti da un empasse emotiva. Piace per la sua anima verde.

Piero Pelù ci ha stupiti per la sua partecipazione all’ultimo Festival di Sanremo. Grazie al brano Gigante, si è aggiudicato il 5° posto in classifica.

Non solo un testo, bensì un inno alla possibilità di ritrovare una vita normale e riaffacciarsi con dignità al mondo per tutti i giovani carcerati, un omaggio al miracolo della nascita, alle piccole vite che diventeranno la forza di domani.

Piero Perlù – ph Riccardo Bagnoli

Piero Pelù. Fantastico e ironico. Nonostante i suoi 40 anni di carriera ha saputo regalare al pubblico un divertente siparietto durante la serata finale del Festival di Sanremo, “scippando” una borsetta glitterata a una signora seduta in platea. Un modo, forse, per sdrammatizzare, quell’emozione che non abbandona neanche un veterano come lui…

Piero Pelù, l’uomo, l’artista senza età anagrafica, tra le due scelte che l’età impone, da lui descritte in maniera ironica: continuare a divertirsi o coltivare l’orto? Senza recriminare nulla a chi lo fa, Piero ha optato per la prima: divertirsi facendo musica.

L’energia esplosa sul palco dell’Ariston con Gigante si ritrova in tutti i brani di Pugili Fragili, compressa e pronta a brillare in innumerevoli scintille, ad ogni ascolto.

Il titolo dell’ultimo lavoro discografico rappresenta in maniera metaforica l’uomo, come un pugile sul ring, dove la realtà gli piove addosso tutti i giorni, dal primo all’ultimo, ed egli deve essere pronto ad incassare e a dare.

Momenti di metal hard rock nel disco si sposano perfettamente con quelli blues di Picnic all’Inferno. Pierò Pelù non nega nessun genere musicale il suo interesse cade dove nella musica c’è anima e lì resta per essere personalmente sviluppato.

Pugili Fragili. I brani preferiti di Moda e Style

Nata Libera. Testo contro la violenza sulle donne, tema affrontato dal punto di vista maschile: l’uomo che viene lasciato deve imparare a gestire le proprie emozioni, sopratutto quelle negative, ammortizzandone l’impatto esterno, evitando che sfocino in episodi violenti. La donna è libera di scegliere e riconoscerlo è un’alta forma di amore e rispetto.

Fossi Foco. Brano scritto e cantato in duetto con Andrea Appino degli Zen Circus. Un testo che ci chiama a rispettare ogni forma di diversità, un termine che dovrebbe essere universalmente inghiottito dall’uguaglianza nella sua totalità.

Mai come ora, il triste periodo che stiamo vivendo, ci spinge ad adottare misure e accorgimenti, che possano supportare lo sforzo delle strutture sanitarie e la salute di tutti. La comunità di intenti e azioni volte alla difesa della propria salute e degli altri, è l’arma vincente.

Piero Pelù – ph Riccardo Bagnoli

#iorestoacasa è il messaggio di questi giorni, il vademecum che deve essere rigorosamente seguito con testa e cuore. Io, prima persona singolare, si fa forte nella sua pluralità. L’Io deve velocemente evolversi in Lei, Lui, Essi

Moda e Style ha voluto usare il brano Fossi Foco per fare una sentita e necessaria digressione, sull’attuale tema del Corona Virus, lasciando che la canzone prendesse una delle tante vie di sviluppo costruttivo che la contraddistinguono.

Finiamo il nostro viaggio all’interno di Pugili Fragili con Canicola, dove Piero Pelù riprende il tema dell’ambiente, svelandoci uno scenario caratterizzato da un mondo soffocato da aria torbida e bruciante. L’unica possibilità di respiro è fare un passo indietro, rinunciando al business inconsapevole e sfrenato.

Stando all’attuale emergenza sanitaria sul #Coronavirus, e sperando in una risoluzione positiva e a breve termine, Moda e Style vi comunica le date del live tour di Piero Pelù, chiedendovi di seguire per aggiornamenti e modifiche di data, i profili social dell’artista o i canali di vendita online

3 luglio Isola del Castello di Legnano (Milano); Rugby Sound Festival, 10 luglio Piazza Castello a Marostica (Vicenza); 16 luglio Piazza Castello a Fossano (Cuneo); 19 luglio Banchina S. Domenico di Molfetta (Bari).

23 luglio Valmontone Outlet (Roma); 1 agosto Teatro della Laguna di Orbetello (Grosseto); 19 agosto Piazza delle Regioni a Presicce (Lecce); 3 settembre Teatro Romano di Verona.

Insieme alle date live, Piero Pelù porterà avanti, laddove possibile, il suo progetto green Clean Beach Tour, organizzato con Legambiente, per liberare spiagge e mare da plastiche e microplastiche.

Info e biglietti: www.friendsandpartners.it

Ricordiamo inoltre i profili social dell’artista: facebook.com/pieropelufficiale – instagram.com/pieropelufficiale – twitter.com/pieropelu

Moda e Style si augura di avervi tenuto buona compagnia, in un momento di pausa per l’Italia che si sta preparando per tornare in Europa più forte di prima e a testa alta; riaffermare la sua laboriosità, il suo spirito combattivo e l’altruismo dei suoi cittadini.

Cari lettori seguite le direttive sanitarie, noi con voi, vi aspettiamo alla prossima news, a presto! #insiemecelafaremo

Related Posts

Leave a Comment